Una citazione al giorno

Una citazione al giorno -

domenica 23 ottobre 2011

S.C.U.O.L.A.

L'altro giorno sono entrato in classe e mi sono accorto che i ragazzi mi avevano fatto una bella sorpresa. Avevano riempito la lavagna con scritte e disegni di tutti i tipi. Ogni frase esprimeva in estrema sintesi uno dei concetti di libertà spiegati nelle lezioni precedenti. Così si potevano leggere frasi che suonavano come slogan: 'viva la libertà', 'la scuola è una prigione', 'vogliamo vivere in una società di uguali', 'viva gilania', ecc. C'era anche l'acronimo S.C.U.O.L.A. secondo la loro interpretazione. Ed è stata questa la vera sorpresa per me.
Peccato non aver avuto una macchina fotografica per immortalare quelle espressioni (verbali e non) di entusiasmo. Ho chiesto ad un alunno di scrivere per me su un pezzo di carta quell'acronimo. L'immagine accanto è la scannerizzazione del biglietto. Lo trovo geniale per dei ragazzini di 11 anni.

Nessun commento:

Gustavo Esteva

'...A quel punto, sia mia figlia che noi genitori sapevamo che il problema non è la qualità della scuola, ma la scuola stessa. Per quanto riconfigurassimo l’aula, il programma di studio, ecc., la scuola rimaneva il problema e non la soluzione. Per quanto la nostra scuola fosse libera, per quanto fossero belli l’albero e il giardino che sostituivano l’aula, per quanto gli insegnanti fossero aperti e creativi, la nostra scuola era ancora una scuola. (Illich l’avrebbe messo in luce con estrema chiarezza nel suo Descolarizzare la società, come ho scoperto molti anni dopo)'.

Lettori fissi